Archivio per Nibiru

COMETA ISON UN’ASTRONAVE ALIENA ?

Posted in ufologia with tags , , , , on 26/08/2013 by Geyar

Cometa-ISON-C-2012-S1

Siamo sicuri che ISON sia proprio una cometa?

                     ( Ison prima e dopo)

ison-prima-dopo Certo! Che domande sono!? La cometa ISON sarà la protagonista assoluta dell’evento astronomico dell’anno, forse del secolo. Secondo quanto abbiamo appreso dagli astronomi professionali e amatoriali, dalle agenzie spaziali di tutto il mondo e dai mass media internazionali, se ISON sopravviverà al suo passaggio ravvicinato al Sole sarà visibile dal novembre 2013 al gennaio 2014, superando la luminosità della Luna, fino a diventare visibile in pieno giorno.ISON viaggia ad una velocità di 77 mila chilometri all’ora, si trova tra Giove e Marte e il prossimo 28 novembre passerà a soli 1,16 milioni di km dalla superficie incandescente del Sole. Un passaggio così ravvicinato di una cometa che dovrebbe avere un diametro di diversi km potrebbe regalarci un meraviglioso spettacolo nel cielo notturno poco dopo il suo transito al perielio (minima distanza dal Sole).Tuttavia, notizie diffuse all’inizio del mese di Agosto hanno rivelato un comportamento anomalo della cometa, suggerendo che lo spettacolo potrebbe restare un sogno e che gli appassionati del cielo potrebbero rimanere decisamente delusi.Come riporta space.com, a sostenerlo è stato l’astronomo Ignacio Ferrín dell’Università di Antioquia a Medellín, Colombia. “La Cometa Ison ha presentato un comportamento peculiare. La curva di luce ha esposto un ‘evento di rallentamento’ caratterizzato da una luminosità costante, senza alcuna indicazione di un aumento di luminosità. Tale rallentamento ha avuto luogo intorno al 13 gennaio 2013. Per 132 giorni dopo tale data e fino all’ultima osservazione disponibile, la luminosità è rimasta costante”, ha detto.Dunque, secondo Ferrìn, ISON ha rallentato e la sua luminosità è rimasta costante: un comportamento decisamente anomalo per una cometa. E’ da un pò di tempo che la curva di luce non aumenta, mantenendosi stabile ad una magnitudine meno brillante rispetto alle previsioni. Eppure si tratta di una palla di neve di quasi 5 chilometri di diametro (circa le dimensioni di una piccola montagna), e pesa tra i 3,2 miliardi di chili. Cosa sta succedendo?Come tutte le comete, ISON dovrebbe essere simile ad una grossa palla di neve sporca, composta di polvere e altre molecole congelate come acqua, ammoniaca, metano e biossido di carbonio. La sublimazione delle sostanze volatili quando la cometa è in prossimità del Sole causa la formazione della caratteristica chioma e della coda.In realtà, il fatto è, contrariamente a quanto si creda, che non ne sappiamo molto di ISON. Tutte le previsioni su forma, dimensioni, composizione e orbita si basano esclusivamente sulle immagini sin qui acquisite. Sin tratta, infatti, di un corpo celeste scoperto solo di recente (il 21 settembre 2012), comparso all’improvviso dalle profondità dello spazio. Gli esperti credono che la cometa abbia iniziato il suo lungo viaggio dalla lontana Nube di Oort circa 10 mila anni fa.La domanda che sorge spontanea è: perchè ISON non si comporta come le altre comete? E’ già esaurito il suo combustibile, oppure non si tratta di una cometa? Ad alimentare il dubbio è una curiosa immagine disponibile sul sito dell’Hubble Legacy Archive. Andando a questo link, è possibile ammirare un’immagine di ISON scattata da Hubble il 30 aprile 2013.Come è possibile notare, in alto a sinistra ci sono alcuni comandi: provate a centrare ISON, zoomate un pò e poi scurite l’immagine cliccando su “Darker”. Questo è l’effetto ottenuto:Che cosa diavolo è quest’oggetto? Il nucleo di una cometa non dovrebbe essere circolare? ISON è una cometa con tre nuclei? Guardando l’immagine si ha l’impressione di trovarsi davanti ad un vero e proprio UFO, nel senso di “oggetto volante non identificato”. Se si tratta di un’anomalia della fotocamera di Hubble, perchè le altre stelle presenti nell’immagine non subiscono una ‘deformazione’ simile?Purtroppo, dal mese di Giugno non è possibile osservare direttamente ISON a causa della sua posizione rispetto al Sole, la cui luminosità la rende praticamente invisibile. Ma all’inizio del mese di Ottobre, ISON transiterà vicinissima a Marte e la Nasa, grazie alle sonde presenti in superficie e in orbita, scatterà numerose foto che potrebbero svelare il curioso mistero di questo corpo celeste.Qualcuno, avventurandosi in ipotesi spericolate e suggestive, ha visto una similitudine tra l’immagine contrastata dell’oggetto ripreso da Hubble e un antico sigillo sumero nel quale è rappresentato il simbolo del ‘pianeta alato’ .

Se ISON non è una cometa, potrebbe essere un’astronave in avvicinamento? Gli ‘Antichi Astronauti’ stanno tornando? Link

FLOTTIGLIE UFO OSSERVANO IL NOSTRO SISTEMA SOLARE ?

Posted in ufologia with tags , , , , , , , on 27/07/2013 by Geyar

sonde aliene

Flottiglie di sonde robotiche aliene starebbero già osservando il nostro Sistema Solare

sonde-aliene950-Jul.-07-11.08-300x234 Flotte di sonde robotiche spaziali provenienti da civiltà aliene potrebbero già essere arrivate nel nostro Sistema Solare! Detta così, sembra la trama di un romanzo fantascientifico o l’affermazione di un ‘fuffaro’ appassionato di Ufo.Si tratta, invece, dell’ipotesi avanzata da un autorevole studio pubblicato sull’International Journal of Astrobiology da Duncan Forgan e Arwen Nichols, due matematici dell’Università di Edimburgo. Secondo i due ricercatori, in un remoto passato, civiltà aliene potrebbero aver lanciato sonde robotiche nello spazio, allo stesso modo in cui gli umani hanno spedito la Voyager dalla Terra. Attenzione però, si tratterebbe di manufatti altamente tecnologici, capaci di occultare la loro presenza e di autoreplicarsi, cioè in grado di produrre nuove versioni di se stesse utilizzando gas e polveri interstellari incontrate durante la navigazione cosmica.“Possiamo concludere che una flotta di sonde autoreplicanti può esplorare l’intera galassia in un tempo sufficientemente breve, in periodo di tempo inferiore all’età della Terra”, spiegano i ricercatori.Le sonde, infatti, per esplorare tutta la nostra galassia in 10 milioni di anni, avrebbero bisogno di viaggiare al 10% della velocità della luce. Per ottenere tali velocità, le navicelle robotiche potrebbero usare l’effetto fionda garantito dalla gravità delle stelle.“Sonde interstellari possono effettuare manovre ‘fionda’ intorno alle stelle che visitano, ottenendo la spinta necessaria per continuare l’esplorazione”, scrivono i ricercatori. D’altra parte, le nostre stesse sonde Voyager hanno usato una tecnica simile, utilizzando i grandi pianeti del Sistema Solare, ma la gravità di una stella garantirebbe una spinta molto più grande.La domanda è, se sono qui, perchè non le abbiamo ancora viste? I due ricercatori ipotizzano che le sonde possano essere state programmate in modo da non arrivare in grande numero, dato che “potrebbe essere interpretato come ostile, causando il panico”.Altri scienziati, convinti che le sonde potrebbero già essere qui, hanno fornito spiegazioni alternative. “Manufatti extraterrestri potrebbero già essere nel nostro Sistema Solare a nostra insaputa, semplicemente perchè non abbiamo ancora cercato abbastanza”, scrive Jacob Haqq del Rock Ethics Institute in un documento del 2011. “L’esplorazione del Sistema Solare è sufficientemente incompleta da non poter escludere la possibilità che artefatti non terrestri siano presenti e ci stiano osservando”.Ducan Forgan, inoltre, cita l’esperto della Nasa Robert Freitas, che già nel 1983 aveva suggerito che eventuali sonde nel nostro Sistema Solare potrebbero essere state progettate per non essere rilevate, utilizzando tecnologie ben al di là di quelle a nostra disposizione.“La sonda potrebbe mimetizzarsi impostandosi in una condizione non rilevabile dalla civiltà che viene esplorata”, spiega Forgan a Yahoo! Notizie. “E’ da escludere anche la possibilità che le sonde abbiano smesso di funzionare o si siano rotte. Chi ha progettato le sonde deve essere un ingegnere altamente qualificato, dotando le sonde della capacità di autoripararsi, a causa delle grandi distanze e i tempi necessari per compiere l’intera missione”……..

Continua a leggere

NIBIRU LA NASA NASCONDE QUALCOSA….

Posted in ufologia with tags , , on 14/11/2012 by Geyar

nibiru-pianeti-fine-mondo-armageddon-catastrofe-ufo-alieni

Nibiru: la Nasa nasconde qualcosa. Perchè i giornali più importanti del mondo come CNN, BBC, NBC, Aljazeera, ITN e NOS ne hanno parlato e poi…

Nibiru 05 La notizia dell’asteroide 2007 PA8 meglio conosciuto come Nibiru in rotta di collisione con la Terra è stata riportata nei giorni scorsi dalle più grandi testate internazionali di news online come la BBC e Al-Jazeera e poi misteriosamente cancellate. Il planetoide di dimensioni simili al territorio del Texas si sarebbe dovuto schiantare contro il nostro pianeta tra dicembre e gennaio ma, nei giorni scorsi la Nasa ha deciso di smentire la notizia facendo scomparire dai siti internet le immagini e gli articoli a riguardo che però noi della Voce d’Italia siamo riusciti a recuperare.Resta da capire a questo punto se la Nasa abbia deciso di ritirare la notizia e le relative immagini per evitare di creare panico tra la popolazione o se lo abbia fatto perchè ha commesso un gravissimo errore di calcolo.Si rincorrono le voci secondo cui, chi avrebbe fatto trapelare la notizia dell’avvicinamento dell’asteroide 2007 PA8, sarebbero stati degli scienziati della Nasa che hanno fatto in modo di mantenere l’anonimato. Profezia Maya o no c’è poco da star tranquilli. Vediamo di goderci nel frattempo questi giorni in attesa dei prossimi eventi.

Quanto sopra riportato è un articolo pubblicato dal quotidiano Voce d’Italia poche ore fa, dove anche gli stessi giornalisti si sono posti le stesse nostre domande. L’amico Dan Keying ci ha inviato altro articolo inerente ciò che sta accadendo con la storia di Nibiru. Dan ammette che non ci sta dormendo la notte ed è utile analizzare la questione, anche perchè è interessante un approfondimento, in modo tale da vedere i fatti come si sono svolti e quale siano le informazioni giuste trapelate dalle massime testate giornalistiche come la CNN, Al Jazeera, BBC etc..etc.. Quindi, cosa ci sta di vero in tutto questo? Da: Segnidalcielo

Allo stesso Link Segnidalcielo approfondimento su : Asteroide “NIBIRU”: Gli Articoli Fantasma di BBC e NOS….By Xidt

IL TREDICESIMO MISTERO SPECIALE DA ITALIA 1

Posted in ufologia with tags , , , , , , , on 05/01/2012 by Geyar

Speciale “Il Tredicesimo Mistero”

Maya, profezie e fine del mondo. Ma quale legame intercorre tra queste credenze e la scienza? Il fenomeno dell’occulto analizzato  su Italia 1 in uno speciale di Studio Aperto dal titolo ‘Il tredicesimo mistero’.  In studio  esperti del settore. Tra questi Pippo Corigliano, Direttore Ufficio Informazioni della Prelatura dell’Opus Dei in Italia, per più di quarant’anni il portavoce dell’organizzazione. Gabriella Simoni l’ha intervistato per capire cosa ne pensa la Chiesa dei fenomeni dell’occulto. Un’altra protagonista E la scrittrice Vittoria Haziel, che parlerà de ‘L’ultima cena’, controverso affresco di Leonardo conservato a Milano. Arricchiranno il dibattito Mauro Biglino, studioso di storia delle religioni e traduttore di ebraico antico, che ipotizza nella traduzione letterale della Bibbia la chiave di un primo contatto tra uomo e alieni, e gli attori della fiction di Canale 5. By Gabry

ELENIN: DOBBIAMO PREOCCUPARCI?

Posted in cometa elenin, ufologia with tags , , , , , , on 20/06/2011 by Geyar

DOBBIAMO PREOCCUPARCI?

Quello che fa preoccupare tutta la comunità scientifica è che questa grande cometa, che giaceva tranquilla nella nube di Oort, come tanti altri corpi cosmici, è stata spinta dentro il nostro sistema Solare, almeno si suppone, da un corpo gigantesco, forse più grande di Giove

di Filippo Mariani

Accademia KRONOS è diventata un’organizzazione adulta, ha ormai raggiunto i suoi 15 anni di età. Con le sue spedizioni e iniziative scientifiche in tutti i continenti ( vedere sul sito http://www.accademiakronos.it ) ha potuto fare proseliti anche all’estero. Ora annovera tra i suoi associati: svedesi, norvegesi e russi, i maggiori però si trovano in America Latina, in India e in Asia, a Shanghai c’è addirittura una sezione di Accademia KRONOS. Tutto questo ha determinato e determina un continuo scambio d’informazioni che raramente si possono trovare nei media italiani. Su quanto avviene nel Mondo e su quanto la stampa nostrana ignora potremmo scrivere decine di libri, per fortuna oggi c’è internet che supplisce a questa deficienza. Fatto questo preambolo ora cercheremo d’entrare nel merito di questo breve servizio dal titolo” Dobbiamo cominciare a preoccuparci?” Abbiamo già parlato nelle ultime newsletter di Accademia KRONOS del fenomeno che  il Sole quest’anno nell’estremo nord della Scandinavia è sorto, dopo il lungo inverno, con due giorni d’anticipo, in precedenza abbiamo anche informato i nostri lettori e soci che lo spiaggiamento dei cetacei e il grande disorientamento degli uccelli migratori è attribuibile allo spostamento in atto dei poli magnetici della Terra, nonché dello sfaldamento continuo della protezione geomagnetica del nostro pianeta. Ma cosa centrano i soci stranieri di Accademia KRONOS in tutto questo? Centrano perché quest’ultime persone sono professionisti, naturalisti  e studiosi dei fenomeni dell’alta atmosfera e del cosmo. Ebbene queste persone due anni fa ci informarono che soprattutto in Norvegia si stavano costruendo immensi rifugi per contenere migliaia e migliaia di persone, lo scorso anno ci hanno informati che la stessa cosa stava avvenendo in Svezia. Abbiamo a quel punto chiesto lumi anche agli altri associati internazionali e così siamo venuti a sapere che la stessa cosa si sta facendo in Russia, USA e Israele. Il perché non si conosce, alcuni nostri amici hanno interrogato le autorità locali, ma le risposte sono sempre state evasive….Strano, non vi pare?  E’ stato alla fine il nostro socio Yakov di Solnecnogorsk, una grande città vicino a Mosca, che ha cominciato a farci capire qualcosa. Con lui dialoghiamo in francese e nel suo perfetto francese ci ha scritto:…… Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: