Archivio per Luna

UFO IN COSTA AZZURRA

Posted in ufologia with tags , on 11/11/2018 by Geyar

8ea2eb98-6cce-4f9f-96f0-60652623cf8e-large16x9_MGNgraphic_UFO_7.3.18

Ufo flottilla in Costa Azzurra: oggetti volanti non identificati ad Antibes

ufo-costa-azzurra-560x360 NIZZA – Ufo in Costa Azzurra: oggetti volanti non identificati ad Antibes. A segnalare l’avvistamento è il sito A.R.I.A. (associazione ricerca italiana aliena).I presunti velivoli sono stati ripresi la notte del 1 novembre 2018 da un cittadino di Nizza, che ha successivamente fornito le foto all’ufologo savonese Angelo Maggioni, presidente di A.R.I.A.Nelle immagini riprese dal testimone si intravede un velivolo a forma di V, ma è difficile, se non impossibile, stabilire la natura dell’oggetto, che “si muoveva in modo lineare e veloce, le luci fisse sembravano variare tra il bianco e l’arancione”.Secondo il testimone, l’Ufo non era unico, ma multiplo. “Gli oggetti in volo erano quindici, ma nell’immagine a disposizione si notano solo nove punti luminosi e non emettevano suoni”. Affermazioni piuttosto fuorvianti, considerando che se il numero degli oggetti fosse effettivamente stato tale, il caso avrebbe avuto risonanza mediatica non solo in Francia, ma nell’intero mondo.Da parte sua l’ufologo esclude comunque che si sia trattato di oggetti convenzionali come aerei, sonde, droni, lanterne e volatili. “L’immagine mostra ed evidenzia nove oggetti luminosi in formazione e leggermente inclinati. Difficile stabilire con certezza la natura della loro provenienza e se possano a tutti gli effetti rientrare nella categoria degli oggetti volanti non identificati, anche se secondo il racconto del lettore di A.R.I.A  non si esclude che possa trattarsi di Ufo in formazione. Le indagini continuano”.Nelle scorse ore un altro avvistamento ha catturato l’attenzione degli appassionati di ufologia. In questo caso siamo a Perrysville, in Ohio. A segnalarlo è stato Scott Waring, popolare cacciatore di alieni americano. Sulla base dei suoi calcoli, Waring sostiene che il velivolo ripreso sia più grande di un aereo Boeing 747. Per il fondatore del sito Ufosightingsdaily.com si tratterebbe di un Ufo, ma non c’è alcuna prova certa che autorizzi a considerare la sua ipotesi come veritiera. Link

Annunci

UFO : SULLA LUNA ACCADE QUALCOSA

Posted in ufologia with tags , on 23/10/2018 by Geyar

Sulla Luna sta accadendo qualcosa

Un fotografo professionista con la sua macchina fotografica Nikon con un obiettivo da 3000mm, ha registrato il 18 ottobre 2018 un’attività insolita sopra e vicino alla luna.Il video mostra un UFO vicino alla luna. Po un secondo UFO circolare appare all’improvviso.
Dopo un terzo UFO si avvicina e vola verso l’alto fino a quando scompare dietro la Luna. Nel frattempo, fino alla fine del video, il primo UFO rimane nella stessa posizione. Il filmato sotto è la versione grezza dell’evento lunare  presentato al Mufon. Link

UFO: CARRARMATO ALIENO SULLA LUNA ?

Posted in ufologia with tags , , on 20/05/2017 by Geyar

Carrarmato alieno sulla Luna: nuovo curioso ‘avvistamento’ di SecureTeam10

alieno ufo lunaSecureTeam10, canale Youtube specializzato nel tema UFO, è tornato a far parlare di sé. Circa due mesi fa l’avvistamento di una strana sfera luminosa sulla superficie di Marte, in queste ore è stato identificato un “carrarmato alieno” sul terreno lunare. Un avvistamento che suona curioso, soprattutto considerando che riguarda foto scattate durante la missione Apollo 15, che si è tenuta nel 1971.“Un oggetto a forma di carrarmato è stato scoperto sul suolo lunare – scrive SecureTeam10 – naturalmente, come sappiamo, la Luna è coperta di rocce ma quando abbiamo visto questo oggetto siamo rimasti sorpresi. Se fosse un carrarmato, dovrebbe essere piuttosto antico. Questo spiegherebbe l’apparentemente deperimento dei materiali che vediamo”. Una ricostruzione piuttosto suggestiva, ma francamente poco credibile. Scopriamo insieme cosa potrebbe essere questo misterioso oggetto.

Ennesimo avvistamento sulla Luna: ‘E’ un veicolo alieno’

Premesso che il canale ha riconosciuto la possibilità che si tratti di un semplice “masso dalla forma strana”, si sottolinea come la superficie, altamente riflettente, potrebbe essere di natura metallica. SecureTeam10 ha pure presentato altre immagini NASA che mostrano tracce sulla superficie del nostro satellite, secondo il team potrebbero essere state lasciate da veicoli alieni.Non si tratta del primo curioso avvistamento sul suolo lunare, appena due settimane fa l’ufologo Tyler Glockner ha condiviso una foto che mostrava quello che, secondo lui, sarebbe una struttura artificiale che svetta sul suolo del nostro satellite.Questa struttura sarebbe stata costruita da forme di vita intelligente, una sorta di passaggio o tunnel. Ma ovviamente non ci sono prove concrete a sostegno di tali affermazioni.Le foto pubblicate dall’ente aerospaziale americano sono sempre oggetto di grande interesse per gli appassionati di UFO e alieni, spesso alcuni giochi d’ombra o anomalie del suolo si prestano a curiose interpretazioni. Di seguito. Link

CAMPIONE DI ROCCIA LUNARE ESPOSTA A MOSCIANO SANT’ANGELO (TE)

Posted in ufologia with tags , , , , on 14/05/2017 by Geyar

astr_sito-770x433

Campione di roccia lunare esposta al comune di Mosciano Sant’Angelo (Te) dal 13 al 14/5/2017

18423718_10212559427802086_7782113926070266378_n Il campione ha 4 miliardi di anni . Per l’esattezza, si tratta di un frammento di roccia lunare del peso di 146 grammi, uno dei più grandi fra quelli mai offerti dalla Nasa per essere esposto. E ancora: è stato scelto e raccolto sulla Luna nel febbraio del 1971, a 300 metri dal luogo di allunaggio durante l’ultima missione lunare, Apollo 14, ha più di 3,9 miliardi di anni ed è anche il più antico del 99,99% di tutte le rocce terrestri reperibili in superficie. Descrizione sotto da Wikipedia. By GY

Sono generalmente chiamati campioni lunari le rocce, suoli e polveri lunari riportati sulla Terra dalle missioni spaziali statunitensi e sovietiche. Oltre a questi esistono anche rocce espulse naturalmente dalla superficie lunare a seguito di eventi d’impatto e successivamente ricadute sulla Terra sotto forma di meteoriti.Le sei missioni Apollo sbarcate sulla superficie lunare hanno riportato sulla Terra 2.415 campioni, dal peso complessivo di 382 kg. La maggioranza dei campioni sono stati raccolti dall’Apollo 17 (111 kg).Le tre missioni sovietiche Luna hanno riportato altri 326 grammi in totale.I meteoriti lunari scoperti sulla Terra sono oltre 120, appartenenti a 60 diversi eventi meteorici, e oltre 48 kg in totale. Circa un terzo di questi sono stati scoperti da ricercatori americani e giapponesi in Antartide (ad esempio il programma ANSMET). I campioni lunari delle missioni Apollo sono stati raccolti usando diversi strumenti, come martelli, rastrelli, pale, pinze e carotatrici. La maggior parte sono stati prima fotografati per registrare le condizioni in cui si trovavano. Sono stati posti all’interno di buste e poi dentro un contenitore speciale (Special Environmental Sample Container) che li proteggeva dalle contaminazioni terrestri.I campioni lunari raccolti durante l’esplorazione della Luna sono considerati di valore inestimabile. Nel 1993 tre piccoli frammenti delle dimensioni di un seme, raccolti dal Luna 16, sono stati venduti per 442.500 dollari[1]. Nel 2002 piccole quantità di materiale proveniente dalla Luna e da Marte sono state rubate; durante il processo in tribunale che ne è seguito, la NASA ha valutato quel materiale, dal peso complessivo di 285 grammi, in 1 milione di dollari.[2]Le rocce provenienti dai meteoriti lunari, invece, vengono tranquillamente comprate e vendute tra collezionisti privati, seppur a prezzi molto alti. Wikipedia .

UFO DA APOLLO A CURIOSITY “ NON SIAMO MAI STATI SOLI”

Posted in ufologia with tags , , , on 06/04/2017 by Geyar

Dalle missioni Apollo a Curiosity, non siamo mai stati soli”

ufp “Il G.I.S.U. (gruppo italiano studi ufologici, con sede a Savona composto da appassionati e ricercatori indipendenti UFO missione Apollo e Curiosity svelano la loro presenza) già una settimana fà si occupò di uno scatto (recente, marzo 2017) proveniente da Curiosity sulla sua missione Marziana, nello scatto – come si legge in una nota – ,in alto a sinistra compare un qualcosa di anomalo e curioso  che però, negli scatti successivi,  l’oggetto non compariva più più… Di cosa si tratta?? certamente escludendo ogni riferimento naturale (terrestre) e umano rimane come unica ipotesi quella di un oggetto volante non identificato”. “Mostrandolo nei vari filtri e ingrandimenti sembrerebbe avere la forma di una astronave probabilmente un ricognitore, uno degli ormai tanti avvistati anche sulla Terra, ma rimane un’ipotesi fino a chè non sarà analizzata la foto originale…  Curiosamente anche molti scatti di archivio della NASA a riguardo delle missioni Apollo 17 mostrerebbero strane presenze o strutture, nei vari scatti proposti nel breve filmato, possiamo notare presenze sia nello spazio tra la Terra e Luna  sia anomalie Lunari… In particolar modo uno scatto incuriosisce molto gli appassionati di ufologia, sul vetro del casco dell’astronauta che posa davanti alla bandiera Americana si intravede una enorme struttura scura e che è visibilmente non compatibile con la zona riflessa nel casco, insomma sembra non appartenere al contesto Lunare…Il presidente del G.I.S.U. Maggioni Angelo si domanda se davvero ci hanno detto tutto sulle missioni Lunari, la nostra impressione, del team G.I.S.U. è che sia nel passato che nel presente non siamo mai stati soli sulle missioni spaziali  rimane da capire le anomalie Lunari sono riconducibili alle stesse anomalie Marziane? o sono entità diverse fra loro?“. Link

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: