Archivio per Comete

METEORITE SOLCA I CIELI DI MEZZA ITALIA

Posted in ufologia with tags , , , , on 31/05/2017 by Geyar

BOLIDE

Meteorite illumina il centro-nord ed esplode. Boato tra Emilia e Veneto

bolide2 È ormai chiaro al 100% che il boato avvertito alle 23.10 di ieri è collegato al passaggio di un meteorite nei cieli dell’Italia ( foto a lato ). Il boato è stato avvertito in maniera netta tra Veneto ed Emilia, tanto che sembrava essere collegato ad un terremoto, ma così non è stato.Un bolide ha illuminato i cieli del centro-nord Italia per alcuni istanti esattamente alle 23.10 : il corpo roccioso all’impatto con la nostra atmosfera ha preso fuoco a causa dell’attrito, regalando uno spettacolo unico. Dal verde al rosso i colori assunti dalla meteora, dopodichè è esplosa in media atmosfera provocando un forte boato. Quel boato che è stato distintamente percepito al nord Italia e in particolare tra le province di Ferrara, Bologna, Rovigo e Padova.Il bolide è stato avvistato chiaramente su tutto il centro-nord Italia, da Milano a Roma stando alle segnalazioni raccolte sui social network. La luminosa meteora è stata avvistata anche in città come Venezia, Vicenza, Verona, Genova, La Spezia, Firenze e Ancona ( secondo le segnalazioni dei nostri lettori).Il bolide è un meteorite, o piu’ esattamente, un meteoroide. Il meteoroide altro non è che un frammento roccioso o metallico relativamente piccolo, la cui dimensione varia da quella di un granello di sabbia sino a quelle di enormi massi, anche con 100 metri di diametro. Quando entrano nell’atmosfera i meteoroidi si riscaldano e si disintegrano progressivamente, fino ad emettere luce, formando così una scia luminosa che prende il nome di meteora, bolide. In casi molto rari, il meteoroide, se di grandi dimensioni al suo ingresso in atmosfera, può arrivare fino al suolo prima di disintegrarsi totalmente. Link

UFO : OGGETTO SCONOSCIUTO IN COLLISIONE VERSO LA TERRA

Posted in ufologia with tags , , , , on 28/10/2015 by Geyar

hd-wallpapers-ufo-clasic2-1280x800

Un oggetto non identificato dovrebbe scagliarsi contro la Terra il 13 novembre 2015. Gli scienziati specificano: nessun pericolo per l’uomo.

esa ( A lato foto dell’oggetto non identificato) ROMA – Ufo in rotta di collisione con la Terra? Secondo quanto riportato dal DailyMail, il prossimo 13 novembre un oggetto non identificato della lunghezza di due metri, soprannominato WTF1190F, dovrebbe abbattersi contro l’Oceano Indiano, 65 km al largo della punta dello Sri Lanka. Ma attenzione: per gli umani non sembra esserci alcun pericolo: è previsto infatti che il WTF1190F si disintegri a contatto con l’atmosfera, offrendo tuttavia agli scienziati un’ottima opportunità per studiare l’oggetto nella sua interazione con essa.Per i ricercatori potrebbe trattarsi di qualche pezzo di razzo lanciato in orbita durante vecchie missioni spaziali, forse nel corso dell’Apollo program, quello che portò allo sbarco dei primi uomini sulla Luna. Se così fosse, sarebbe uno dei primi pezzi di spazzatura cosmica realizzata dall’uomo a tornare indipendentemente indietro sulla terra; questo è il motivo per cui è considerato particolarmente raro. Gli studiosi hanno anche spiegato che è cavo al suo interno. La traiettoria del WTF1190F è stata già calcolata per la prima volta nel 2012. Poi all’inizio di ottobre l’oggetto è tornato a catturare l’attenzione degli astronomi di un’università dell’Arizona.Jonathan McDowell, un astrofisico dell’Harvard-Smithsonian Centre di Cambridge, in Massachusetts, ha detto che il WTF1190F è probabilmente “un pezzo perduto di storia dello spazio che è tornato a farci visita”. Bill Gray, ricercatore di astrologia della California ha ribadito che l’oggetto dovrebbe bruciare a contatto con l’atmosfera. Nessuno scenario apocalittico da film dunque. Lo studioso si mostra anzi piuttosto ironico sull’argomento e sulla caduta nell’oceano del presunto pezzo di razzo specifica: “Questo non vuole dire che vorrei andare a pescare sotto di esso”. Link

BASE ALIENA SU CERERE ?

Posted in Misteri, Pianeti, ufologia with tags , , , , on 02/03/2015 by Geyar

tumblr_nkdxgja7oK1qbgzl8o2_1280

Alieni su Cerere?

tumblr_nkdxgja7oK1qbgzl8o1_540 Il 19 febbraio la sonda Dawn ha scattato le immagini di Cerere qui riprodotte, da una distanza di circa 46.000 km. Colpiscono in particolare le due macchie luminose visibili nel cratere al centro della prima immagine. Gli scienziati della NASA sono alquanto perplessi circa la loro origine. Il fatto che si trovino l’una accanto all’altra all’interno dello stesso cratere lascia supporre un’origine geologica comune. Potrebbe trattarsi di ghiaccio, ma l’indice di riflessione sembra non corrispondere alle caratteristiche fisiche del ghiaccio. Un’altra ipotesi è che siano depositi di sale, ma la verità è che, al momento, gli astronomi brancolano nel buio. Bisogna aspettare che Dawn si avvicini ancora di più e che invii a Terra immagini più dettagliate della zona, per cercare di comprendere meglio la natura di quei sorprendenti punti luminosi. Nell’attesa che la sonda chiarisca il mistero, possiamo per ora liberare la fantasia e immaginare che un’antica civiltà terrestre o aliena abbia visitato Cerere in passato, lasciando sulla sua superficie manufatti in grado di riflettere la luce del Sole molto più del terreno circostante (per esempio strutture metalliche o vetrose dalle ignote funzioni e caratteristiche).Link

OGGETTO MISTERIOSO SEGUE L’ASTEROIDE 2004 BL86

Posted in Misteri, ufologia with tags , , , , , on 30/01/2015 by Geyar

Un misterioso oggetto segue l’Asteroide 2004 BL86. Le immagini della NASA

UFO-asteroid370-Jan.-28-08.01 L’Asteroide 2004 BL86, passato vicino alla Terra il 26 gennaio 2015, è stato seguito dai telescopi e radiotelescopi di tutto il mondo, mostrando il suo reale diametro (325 metri) e la presenza di un piccolo oggetto che lo segue a poca distanza. Di cosa si tratta? Il primo dei due video che vi mostriamo, riguarda il passaggio dell’asteroide,  registrato attraverso i dati del radiotelescopio Deep Space Network della NASA a Goldstone, California. Per ricostruire questo video, sono stati utilizzate venti singole immagini. Osservazioni radar permettono agli scienziati di misurare meglio le dimensioni, la rotazione di un asteroide e la posizione esatta. Durante queste osservazioni, effettuate dal Deep Space network,  2004 BL86 ha rilevato anche la presenza di un  piccolo oggetto di 70 metri di diametro circa,  che segue l’asteroide nel suo percorso orbitale. Si tratta forse di una piccola luna che orbita intorno all’asteroide? Lo skywatcher “Streetcap1″, nel secondo video pubblicato di seguito, suggerisce (con un interrogativo) una ipotesi diversa da ciò che dichiarano gli astronomi della NASA:  “l’asteroide 2004 BL86 potrebbe essere trainato da un UFO per evitare un impatto planetario? Guardate i video! 12 . Link

ENORME ASTEROIDE 2004 BL86 VICINO LA TERRA IL 26/1/2015

Posted in ufologia with tags , , , , , on 23/01/2015 by Geyar

asteroide-2004-BL86-26-gennaio-300x199

Il 26 Gennaio l’asteroide 2004 BL86, di grandi dimensioni, transiterà molto vicino alla terra.

asteroid_2004_bl86_flyby L’asteroide, nominato 2004 BL86, ha un diametro di quasi mezzo chilometro ( 483 mt ) e ci si attende che raggiungerà la massima vicinanza con la terra quando si troverà a poco più di un milione di chilometri da noi.Considerando che la Luna orbita ad una distanza di circa 380.000 chilometri dal nostro pianeta si può ben comprendere come l’asteroide farà davvero un passaggio che, in termini astronomici , potrà considerarsi parecchio ravvicinato.Se da un lato l’evento viene considerato ‘sicuro’ dagli astronomi dall’ altro l’incontro sarà così ‘accostato’ che farà la gioia di tutti gli ‘osservatori celesti‘.Il Dottor Don Yeomans, pezzo grosso della Nasa in pensione da qualche anno,  dice che ‘Anche se l’asteroide non sarà affatto una minaccia per gli abitanti del pianeta Terra l’evento resta un buon momento per studiare molto da vicino queste meravigliose rocce spaziali‘ 2004 BL86 brillerà infatti abbastanza nel cielo da permettere a tutti gli appassionati di visualizzarlo anche soltanto con dei potenti binocoli.Aggiunge Mr.Yeomans: “Io stesso tirerò fuori dal cassetto i miei binocoli e proverò ad individuarlo‘.L’asteroide 2004 BL86 fu scoperto nel 2004 dagli astronomi che che lavoravano al telescopio del Lincoln Near-Earth Asteroid Research situato a White Sands, New Mexico, USA.La Nasa infatti rileva, traccia e studia continuamente le comete e gli asteroidi usando sia i telescopi terrestri che quelli spaziali.The Near-Earth Object Programme ( Programma per gli oggetti vicini alla Terra ), conosciuto anche come Spaceguard, da molti anni studia gli oggetti spaziali che potrebbero rappresentare anche soltanto un piccolo rischio per il nostro pianeta. Link

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: