Archivio per Cern ginevra

UFO : PORTALE TRIDIMENSIONALE SUI CIELI DI GINEVRA

Posted in ufologia with tags , , on 10/01/2016 by Geyar

Misteriose anomalie atmosferiche sui laboratori del CERN di Ginevra

cern_anomaly50-Dec.-18-09.24 Il video pubblicato lo scorso 7 Dicembre 2015 dallo skywatcher e youtuber  “SECTION 51”,  mostra delle misteriose anomalie atmosferiche  che potrebbero essere associate con le pericolose attività di ricerca, condotte nei laboratori del CERN di Ginevra, diretti da Dr. Rolf-Dieter Heuer, che a sua volta dichiara che per comprendere i complessi esperimenti finora condotti cern_anomaly4-Dec.-18-09.13 dai fisici, si deve capire che le loro scoperte hanno permesso di addivenire alla “particella di Dio” – una particella che lega insieme l’Universo così come lo conosciamo.Situato a Ginevra, in Svizzera, il CERN è un’organizzazione di ricerca che gestisce i più grandi acceleratori di particelle del mondo, attraverso i quali vengono fatte collidere tra di loro quasi alla velocità della luce. I risultati che hanno sorpreso gli stessi scienziati, sono stati ferocemente contestati da alcuni scettici e ambientalisti i quali sostengono che gli esperimenti risultanti potrebbero essere catastrofici per tutta l’umanità. Sembra che l’impianto del CERN abbia la capacità di generare strani fenomeni elettromagnetici e altre anomalie atmosferiche segnalate sempre più spesso in varie parti del mondo. Il video che potete vedere di seguito, mostra come un vortice si forma nei cieli sovrastanti i laboratori di Ginevra fino a quando un ospite inatteso non viene risucchiato nel suo interno per poi dissiparsi improvvisamente. Dapprima, il vortice si manifesta di dimensioni considerevoli, ma appena aspira nel suo interno alcune nubi poste nelle sue vicinanze, esso si comprime notevolmente fino a scomparire del tutto. Anche se molte persone hanno espresso la loro preoccupazione per l’intensificarsi degli esperimenti all’interno del CERN (le paure sono reali dal momento che stiamo parlando di energia nucleare), i funzionari della struttura hanno rassicurato che la situazione è sotto controllo. Tuttavia, solo da pochi mesi, con l’inizio di questi strani fenomeni atmosferici, molte persone hanno espresso forti preoccupazioni su ciò che potrebbe avvenire qualora queste particelle dovessero sfuggire al controllo degli scienziati. Altri hanno ipotizzato che un’eventuale malfunzionamento degli acceleratori di particelle potrebbe determinare l’apertura di piccoli portali interdimensionali. Dobbiamo temere per ciò che il CERN potrebbe scoprire nel prossimo futuro? E infine, a cosa può essere associato lo strano fenomeno atmosferico che appare nell’immagine di cui sopra? Esso fa parte degli esperimenti condotti dal CERN o forse è solo un effetto collaterale? Link

BIG BANG AL CERN : COLLISIONI APRONO FINESTRA SU UN NUOVO MONDO

Posted in ufologia with tags , , on 30/03/2010 by Geyar

 BIG BANG AL CERN : COLLISIONI APRONO FINESTRA SU UN NUOVO MONDO

Un’attesa di quasi 20 anni e un batticuore dopo l’altro, ma alla fine le collisioni all’energia più alta mai raggiunta artificialmente sono arrivate e il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra sta lavorando a pieno ritmo, producendo 50 collisioni al secondo che promettono di aprire la finestra su un mondo completamente nuovo. Oggi l’Lhc è l’acceleratore di particelle più grande e potente del mondo e i protoni che corrono nel suo anello di 27 chilometri quasi alla velocità della luce collidono fra loro producendo particelle nuove. Un progetto al quale l’Italia ha una partecipazione di primi piano attraverso l’Istituto Nazionale di
Fisica Nucleare (Infn), con oltre 800 ricercatori.
Per la scienza e l’umanità inizia una nuova era – Se nei primi tempi la macchina ripercorrerà la fisica finora nota, quando la sua energia aumenterà ancora e i fasci diventeranno più ricchi di protoni permetterà di fare “un passo in avanti non solo per fisica delle particelle e per la comprensione del microcosmo, ma per l’astrofisica e la comprensione dell’universo”, ha detto il direttore generale del Cern, Rolf Heuer, che ha seguito l’avvenimento in collegamento con il Cern da Tokyo insieme al direttore scientifico del Cern, Sergio Bertolucci.
Le risposte che potranno arrivare sono affascinanti e riguardano la materia oscura che occupa il 25% dell’universo, nuove dimensioni dello spazio e nuove forze della natura, l’antimateria e la tanto attesa particella di Dio, il bosone di Higgs dal quale dipende la massa. Alla lunga attesa oggi si è aggiunta un’altalena di speranze e delusioni: per tre volte i fasci di protoni “sono andati giu”, come dicono i fisici e una volta è accaduto per un problema dovuto, sembrava inizialmente, a un calo di tensione dovuto a un temporale e poi, ad un’analisi più approfondita, all’entrata in azione del sistema di sicurezza dei magneti. Per due volte i fasci non erano bene allineati e si è dovuto iniettarli nuovamente.
“Quello che è successo oggi è la realtà quotidiana nei laboratori”, ha detto il coordinatore italiano di Atlas, Leonardo Rossi, dell’Infn. Infatti in tutti e quattro i grandi esperimenti dell’Lhc (Cms, Atlas, Alice, Lhcb) i ricercatori hanno continuato a lavorare tranquillamente e con pazienza in attesa di vedere perfettamente allineati i due fasci di protoni che scorrono in senso contrario nell’anello, che sui loro schermi apparivano colorati uno in rosso e uno in blu.
“Poi tutto è andato meravigliosamente bene”, ha detto il direttore dell’acceleratore, Steve Meyers. Le sorprese non si sono fatte attendere: “immediatamente abbiamo avuto la sensazione di esplorare nuovo regime di energia, di vedere qualcosa di completamente diverso”, ha detto la coordinatrice dell’esperimento Atlas, Fabiola Gianotti. Anche per il coordinatore dell’esperimento Cms, Guido Tonelli, “comincia un’avventura fantastica perché per la prima volta entriamo in un territorio completamente nuovo”. Dopo i brindisi, non c’é tempo da perdere: i dati relativi alle collisioni, elaborati sono in parte dal gigantesco calcolatore del Cern, vengono già distribuiti in tutto il mondo, nella rete di calcolo Grid che comprende quasi 100.000 computer distribuiti in tutto il mondo. DA : Tiscali notizie

ANNO 2070 IL PEGGIO DEL NOSTRO FUTURO

Posted in ufologia with tags , , , , , , on 30/11/2007 by Geyar

 

2070annoterranuovo1xwv0.png

Ripropongo questo articolo publicato nel 2007 visto quanto oggi stiamo vivendo a livello di clima nel mondo sopratutto alle siccità in vari paesi del mondo  .By gy

 Una lettera scritta nel 2070

credo sia importante   leggerla sperando che il nostro futuro non sia davvero così

Gabry

Mag 07 3Anno 2070: il peggio del nostro futuro

Pubblicato da Luciano Vecchi alle 02:21 in Il nostro domani

L’articolo che segue è stato pubblicato dalla rivista “Crónicas de los Tiempos” de abril de 2002. La lettera è stata “scritta nel 2070” e la sua importanza è IMPRESSIONANTE .Spero che quando la legga non ti deprima; ma invialo, affinche’ tutti ci pensino e vedano fino a dove potremmo arrivare Ieri mattina, sotto la porta ho trovato una strana busta. La carta era grossolana e grigia, come un misto di carta e metallo. Non era rigida, non aveva francobollo ne’ timbri, ma il mio indirizzo era chiaro e corretto. L’ho aperta con curiosita’, e la cosa strana era che all’aprire la lettera, scritta a mano, la calligrafia era familiare; e la cosa ancora piu’ stana era la data e il contenuto, che condivido con voi.Siamo nell’anno 2070.Ho appena compiuto 50 anni, ma ne dimostro 85.Ho seri problemi renali perche’ bevo poca acqua.Credo che mi resti poco tempo.Oggi sono una delle persone piu’ vecchie di questa societa’.Ricordo quando avevo 5 anni.Tutto era molto diverso.C’erano molti alberi nei parchi, le case avevano bei giardini e io potevo godermi un bagno o stare nella doccia per un’ora.Adesso usiamo asciugamani umidificati con olii minerali per pulirci la pelle.Prima tutte le donne sfoggiavano bei capelli..Adesso dobbiamo rasarci la testa per tenerla pulita senza usare l’acqua.Prima mio padre lavava la macchina con acqua che usciva da un tubo! Adesso i bambini non ci credono che l’acqua si usava in questo modo!Ricordo che c’erano tanti annunci: “Risparmia l’acqua”, solo che nessuno ci faceva caso e mai avrebbero pensato che un giorno si sarebbe esaurita.Adesso tutti i fiumi, torrenti, lagune e falde acquifere sono irreversibilmente contaminati o esauriti.I paesaggi che ci circondano ovunque sono costituiti da Immensi deserti. Le infezioni gastrointestinali, malattie della pelle e delle vie urinarie sono le principali cause di morte.L’industria e’ paralizzata e la disoccupazione e’ drammatica. Le fabbriche desalinizzatrici sono le principali fonti di impiego e pagano con acqua potabile al posto del salario.Gli assalti per un secchio d’acqua sono comuni nelle strade deserte.Il cibo e’ sintetico all’80% Prima ti dicevano che la quantita’ ideale di acqua che dovevi bere ogni giorno, era di 8 bicchieri per una persona adulta.Oggi posso berne solo mezzo! I vestiti sono usa e getta, cosa che aumenta la quantita’ di immondizia; siamo dovuti ritornare ai pozzi ciechi come nel secolo scorso, perche’ la rete fognaria non si puo’ usare per mancanza d’acqua.L’aspetto della gente e’ orripilante, corpi sfatti, rugosi per la disidratazione; pelle piena di piaghe per i raggi ultravioletti, visto che non c’e’ piu’ la cappa d’ozono che li filtrava nell’atmosfera.A causa della secchezza, la pelle di una ragazza di 20 anni e’ come quella di chi ne ha 40.Gli scienziati studiano e ricercano ma non ci sono soluzioni possibili.Non si puo’ fabbricare acqua; anche l’ossigeno e’ degradato per mancanza di alberi, e questa mancanza ha abbassato il coefficiente intellettivo delle nuove generazioni.Si e’ alterata la morfologia degli spermatozoi di molti individui.Come conseguenza, ci sono molti bambini con insufficienze, mutazioni e deformazioni..Il governo ci fa pagare l’aria che respiriamo. 137 m3 al giorno per adulto.La gente che non puo’ pagare si ritira in “zone ventilate”, che sono dotate di giganteschi polmoni meccanici che funzionano con energia solare Non sono di buona qualita’ , ma si puo’ respirare.L’eta’ media e’ di 35 anni.In alcuni Paesi sono rimaste chiazze di vegetazione, con i loro rispettivi fiumi, e sono fortemente vigilati dall’esercito..L’acqua e’ diventata un tesoro molto apprezzato, piu’ dell’oro e dei diamanti..Invece qui non ci sono alberi perche’ non piove quasi mai.E quando si arriva a prevedere una pioggia, e’ una pioggia acida.Le stagioni dell’anno sono severamente trasformate a causa degli esperimenti atomici e delle industrie fortemente inquinanti del XX secolo.Si avvertiva che bisognava proteggere il medio ambiente e nessuno ha voluto farci caso.Quando mia figlia mi chiede di parlarle di quando ero giovane, io le descrivo quanto erano belli i boschi.Le parlo della pioggia, dei fiori, di che bello era farsi il bagno nei fiumi e poter pescare e bere tutta l’acqua che si voleva.E di come stava bene la gente.Lei mi chiede:- Papá! Perche’ e’ finita l’acqua?E allora sento un nodo in gola! Non posso evitare di sentimi in colpa, perche’ appartengo alla generazione che ha distrutto il medio ambiente o che semplicemente non non ha preso sul serio tutti quegli avvisi.Adesso i nostri figli pagano un prezzo alto…Sinceramente credo che la vita sulla Terra non sara’ possibile entro molto poco tempo, perche’ la distruzione del medio ambiente e’ arrivata ad un punto irreversibile.

FALLO ARRIVARE A TUTTI QUELLI CHE CONOSCI.

TRAMITE OGNI PERSONA CHE LEGGE E LO RIMANDA, SI CREARA’ LA COSCIENZA NECESSARIA PER AVER CURA DI QUELLO CHE CI CIRCONDA E PER AIUTARE A PRESERVARE LA NATURA, PERCHE’ IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI SIA MIGLIORE.

NON PRENDERLO COME UNO SCHERZO QUESTO E’ UN ARGOMENTO SERIO!!!!!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: