Archive for the ufologia Category

PLINIO IL VECCHIO : SCONTRO TRA DUE SCHIERE DI CARRI CELESTI NEI CIELI DELL’UMBRIA

Posted in ufologia with tags , on 13/11/2018 by Geyar

Annunci

UFO : MISTERIOSI OGGETTI NEL CIELO DI NAPOLI

Posted in ufologia with tags , on 12/11/2018 by Geyar

ufo-1784349_960_720

Misteriosi oggetti a Napoli, “esperimenti militari o alieni”?

oggetto-misterioso3-300x160 Strani avvistamenti nei cieli di Napoli: secondo l’ufologo ligure fondatore di A.R.I.A l’oggetto in esame è estremamente interessante
Per approfondire “Qualche tempo fa presso la sede di A.R.I.A. (associazione ricerca italiana aliena) sono stati recapitati dei video molto interessanti e davvero unici – si legge in una nota dell’associazione –. Essendo particolari la persona che ha fornito i filmati per motivi di sicurezza vuole rimanere anonimo, le varie riprese mostrerebbero delle strane attività e strani oggetti non meglio identificati di tecnologia avanzata. La zona interessata dal fenomeno comprende la provincia di Napoli fronte mare, i riscontri effettuati da A.R.I.A  fondata dall’ufologo ligure Savonese Angelo Maggioni e dal suo staff l’ufologo Antonio Bianucci l’ex M.llo dell’A.M. Iannitti e col fototecnico Cangialosi e altri collaboratori, hanno dimostrato che i video in esame risultano essere genuini non manipolati nessuna traccia di fotomontaggi e di inserimenti esterni o di programmi per la creazione di giochi in 3d tipo Unity ad esempio, questo rende i filmati davvero interessanti e rari perché mostrano un oggetto (o oggetti per quanto riguarda gli altri filmati) con capacità di trasformazione straordinaria sospesi ad almeno una ventina di metri sul mare con andamento sostenuto, l’oggetto presente nel video sembra essere composto da due elementi, uno solido di color grigio metallico e l’altro come forma di energia, durante il suo passaggio assume diverse forme da quadrato a rettangolare a sferica e quando cambia sembra usare più energia e dunque assume un color più lucido”. Inoltre – si legge ancora nel comunicato di A.R.I.A. – l’oggetto sembra avere una sua “intelligenza artificiale” autonoma e questo pone interrogativi del tipo: è una intelligenza terrestre o extraterrestre? Nel primo caso potremmo dedurre possa trattarsi di possibili esperimenti militare top secret , infatti proprio a Napoli e provincia sono collocate diverse basi militari anche NATO come ad esempio: Allied Joint Force Command Naples (Costituisce uno dei due comandi strategici operativi del Comando Operazioni Alleate del Supreme Headquarters Allied Powers Europe SHAPE – Quartier generale delle potenze alleate in Europa con sede a Casteau in Belgio; l’altro è l’Allied Joint Force Command-Brunssum.), Comando Aeroporto Capodichino, Capodichino  ecc ecc Non sarebbe la prima volta e non sarà nemmeno l’ultima, che oggetti non convenzionali siano riconducibili a esperimenti militari di sviluppo di armi tecnologiche evolute, oppure viceversa  a volte oggetti non convenzionali di entità evolute vengano scambiate per armi da test militari”.“Una cosa – conclude la nota – è certa: secondo l’ufologo ligure fondatore di A.R.I.A l’oggetto in esame è estremamente interessante sia che appartenga ai militari sia che appartenga a entità aliene, come è interessante capirne la sua funzionalità e scopo che al momento rimane un vero mistero A.R.I.A continua a indagare in cerca di ulteriori elementi utili a dare una risposta soddisfacente sull’oggetto in esame soprattutto per stabilire a quale delle due opzioni dette sopra esso appartenga , Angelo Maggioni fa sapere che se qualcuno avesse filmato o fotografato qualcosa di simile negli ultimi tempi nel sud italia può contattare l’associazione tramite la mail inforicercaaliena@gmail.com oppure potrà cercarla su Facebook. In conclusione il caso rimane sotto indagine rimanendo irrisolto. Link

UFO IN COSTA AZZURRA

Posted in ufologia with tags , on 11/11/2018 by Geyar

8ea2eb98-6cce-4f9f-96f0-60652623cf8e-large16x9_MGNgraphic_UFO_7.3.18

Ufo flottilla in Costa Azzurra: oggetti volanti non identificati ad Antibes

ufo-costa-azzurra-560x360 NIZZA – Ufo in Costa Azzurra: oggetti volanti non identificati ad Antibes. A segnalare l’avvistamento è il sito A.R.I.A. (associazione ricerca italiana aliena).I presunti velivoli sono stati ripresi la notte del 1 novembre 2018 da un cittadino di Nizza, che ha successivamente fornito le foto all’ufologo savonese Angelo Maggioni, presidente di A.R.I.A.Nelle immagini riprese dal testimone si intravede un velivolo a forma di V, ma è difficile, se non impossibile, stabilire la natura dell’oggetto, che “si muoveva in modo lineare e veloce, le luci fisse sembravano variare tra il bianco e l’arancione”.Secondo il testimone, l’Ufo non era unico, ma multiplo. “Gli oggetti in volo erano quindici, ma nell’immagine a disposizione si notano solo nove punti luminosi e non emettevano suoni”. Affermazioni piuttosto fuorvianti, considerando che se il numero degli oggetti fosse effettivamente stato tale, il caso avrebbe avuto risonanza mediatica non solo in Francia, ma nell’intero mondo.Da parte sua l’ufologo esclude comunque che si sia trattato di oggetti convenzionali come aerei, sonde, droni, lanterne e volatili. “L’immagine mostra ed evidenzia nove oggetti luminosi in formazione e leggermente inclinati. Difficile stabilire con certezza la natura della loro provenienza e se possano a tutti gli effetti rientrare nella categoria degli oggetti volanti non identificati, anche se secondo il racconto del lettore di A.R.I.A  non si esclude che possa trattarsi di Ufo in formazione. Le indagini continuano”.Nelle scorse ore un altro avvistamento ha catturato l’attenzione degli appassionati di ufologia. In questo caso siamo a Perrysville, in Ohio. A segnalarlo è stato Scott Waring, popolare cacciatore di alieni americano. Sulla base dei suoi calcoli, Waring sostiene che il velivolo ripreso sia più grande di un aereo Boeing 747. Per il fondatore del sito Ufosightingsdaily.com si tratterebbe di un Ufo, ma non c’è alcuna prova certa che autorizzi a considerare la sua ipotesi come veritiera. Link

UFO : IN ARRIVO LA COMETA DI NATALE

Posted in ufologia with tags , , , on 06/11/2018 by Geyar

luna-cometa-stelle-403

In arrivo la cometa di Natale, visibile anche ad occhio nudo

21P-Aug22-Michael-Jaeger Luminosa quanto basta per essere osservata anche senza strumenti: la cometa di Natale 46P/Wirtanen farà la sua comparsa dalla metà di novembre.Apparirà a fine novembre e rimarrà per l’intero mese di dicembre ben visibile in cielo, anche ad occhio nudo. Si tratta 46P/Wirtanen,una cometa  ci farà visita proprio nel periodo natalizio. Scoperta nel 1948, la cometa di Natale viaggia su un’orbita molto ampia, collocata tra la Terra e Giove ed è caratterizzata da dimensioni tutto sommato ridotte, poco superiori al chilometro (1,2 per la precisione). Nel punto di massimo avvicinamento al nostro pianeta, previsto il 16 dicembre, l’oggetto sarà a 11,5 milioni di chilometri di distanza, uno spazio sufficiente per consentirne l’avvistamento anche ad occhio nudo.E sarà proprio dalla metà di dicembre il periodo migliore per ammirare 46P/Wirtanen, quando si troverà vicino alla costellazione del Toro e alle Pleiadi, fino alla fine dell’anno. Dal 10 gennaio scomparirà rimanendo visibile ancora per i telescopi. Anche nel periodo di massimo avvicinamento, però, la cometa non raggiungerà mai la luminosità di Hyakutake nel 1996 e la Hale-Bopp del 1997, apparendo come un batuffolo luminoso; solo con un cannocchiale mostrerà la sua suggestiva coda. Link

UFO : MISTERIOSA SONDA ALIENA NEL NOSTRO SISTEMA SOLARE

Posted in ufologia with tags , , , on 06/11/2018 by Geyar

OumuamuaPleiadi1

Misteriosa sonda aliena ” Oumuamua ” opera all’interno del nostro Sistema – Presenze Misteriose

110811817-acc6daaf-fd76-4640-be55-7612a11c37c2 Sembra quasi impossibile credere che lo abbiano detto degli scienziati dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics. Eppure analizzando tutti i dati a disposizione e soprattutto il comportamento dell’oggetto (ricordiamolo: si tratta do un “corpo” che è arrivato da fuori dopo essere passato vicino al Sole sta ora tornando da dove è arrivato) i ricercatori dicono che una spiegazione del modo con il quale si è comportato vicino al Sole è che 473F465100000578-5167821-image-a-5_1513076520867 fosse spinto da una “vela solare”, proprio come quelle che ipotizziamo noi uomini di costruire per inviare una micro-navicella alla stella più vicina. Sarebbe dunque un vero Ufo che è venuto a farci visita  Di diverso avvisono sono Marco Micheli, del centro di coordinamento dell’ESA SSA-NEO di Frascati, e i colleghi di una collaborazione internazionale che in un articolo pubblicato su “Nature” può essere considerato “semplicemente” una cometa. Il risultato – scrive il sito lescienze.it – arriva al termine di otto mesi di studi che hanno cercato di tracciare l’identikit di un oggetto celeste piuttosto insolito. Scoperto il 19 ottobre del 2017 nell’ambito della survey Pan-STARRS1 e battezzato 1I/‘Oumuamua, è stato seguito nei giorni immediatamente seguenti dal telescopio Optical Ground Station (OGS) dell’Agenzia spaziale europea (ESA) e da altri osservatori Non c’è dubbio che Oumuamua sia davvero un oggetto strano. Lo è perché arriva dalle profondità dello spazio, al di là del nostro sistema solare, e dopo essere passato vicino al Sole lo scorso mese di settembre e a una distanza di circa 25 milioni di chilometri dalla Terra ora se ne sta tornando da dove era arrivato ad una velocità di oltre 315.000 km all’ora.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: