ROSAT LA NASA CONFERMA CADUTA SULLA TERRA TRA IL 20/25 OTTOBRE

Allarme della Nasa, il satellite Rosat cadrà sulla Terra: pesa 3 tonnellate e potrebbe non disintegrarsi

https://i0.wp.com/notizie.tiscali.it/media/11/10/rosat.jpg_415368877.jpgIl Rosat, satellite tedesco a raggi X non più operativo dal 1999, dovrebbe rientrare nell’atmosfera terrestre tra il 20 e il 25 ottobre: è quanto ha reso noto l’agenzia aerospaziale tedesca. Secondo l’agenzia è improbabile che il satellite, dal peso di tre tonnellate e mezza, possa disintegrarsi completamente. In particolare, lo specchio riflettente del telescopio a raggi X, resistente al calore, dovrebbe arrivare intatto: in totale, oltre 30 componenti del peso totale di 1,6 tonnellate potrebbero sopravvivere alla fase di rientro. Quanto all’area del possibile impatto, non sarà possibile fare previsioni fino a una o due ore prima del rientro; identica sorte era toccata il mese scorso al satellite della Nasa Uars. Costruito con tecnologia britannica e americana ma di produzione tedesca, Rosat è un telescopio orbitante lanciato il 1° giugno 1990 da Cape Canaveral nello spazio con lo scopo di studiare i raggi X. Pesa complessivamente 2,4 tonnellate. Non è più operativo dal 12 febbraio del 1999. “A causa dell’impatto con l’atmosfera terrestre, il satellite dovrebbe esplodere rompendosi in circa 30 pezzi per un totale di 1,6 tonnellate. Ma per ora sono solo ipotesi, i calcoli più precisi si potranno avere solo più in avanti” spiega Paolo D’Angelo, esperto-storico dello spazio e Segretario nazionale dell’Italian Space Society. E sulla presunta maggiore pericolosità di Rosat tranquilizza: “Quando è precipitato il satellite Uars della Nasa il 24 settembre scorso, i rischi erano maggiori perché si trattava di un satellite più grande. Per Rosat aspettiamo prima di allarmarci”. Intanto la Dlr avverte che “non è possibile calcolare ora né quando né dove cadrà Rosat”. “Solo una settimana prima dell’impatto si potranno avere maggiori informazioni sui tempi del rientro, all’interno di una finestra di tre giorni” aggiunge l’agenzia spaziale tedesca, che dedica un’intera sezione sul suo sito al rientro del satellite. Link

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: