UFO TRA I NATIVI AMERICANI

UFO nella nazione indiana.

Secondo molti ufologi anglosassoni, e alcune correnti europee, le correlazioni tra ipotetiche civiltà aliene e i nativi americani sono troppe per essere liquidate come favole o racconti distorti. I nativi americani non avevano video, o foto da mostrare. Poterono divulgare ciò che videro, alle generazioni successive, tramandando i racconti, le incisioni e la loro cultura mistica. E’ la fine del dicembre del 1890, esattamente 120 anni or sono un ragazzo, un nativo americano, ferito, si guarda intorno sbigottito. Intorno a se solo cadaveri. Sono quelli degli uomini e le donne della sua tribù. E’ uno dei sopravvissuti al massacro di Wounded Knee. Il ragazzo alza gli occhi al cielo, li socchiude, allarga le braccia e con la voce sibilante sussurra: “Dove sono i miei spiriti?” Dove sono e chi erano gli spiriti dei nativi americani? Wounded Knee rappresenta un episodio simbolo dello sterminio, di fatto, degli indiani d’America da parte dei governi americani del diciannovesimo secolo. Con episodi simili a Wounded Knee fu spazzata via la “Nazione Indiana”, interi popoli. Con essi tradizioni, miti e leggende millenarie andarono spegnendosi nelle riserve. I discendenti dei nativi americani ne hanno conservato parecchie ma, probabilmente, moltissime testimonianze e racconti più precisi sono andati irrimediabilmente dispersi. Hopi, Cherooke, Sioux, Navaho e altri popoli raccontavano di esseri venuti dal cielo e di strani fenomeni inspiegabili. In quasi tutte le principali tribù degli Indiani d’America esistevano miti e leggende di oggetti volanti ed  esseri misteriosi dai poteri formidabili. L’intero misticismo e la religione degli indiani americani era fondata su questi aneddoti.
Gli Hopi raccontavano ad esempio dei Katchinas, un popolo venuto dalle stelle per aiutarli ed educarli. Oppure della visione degli “uccelli di fuoco”. Senza dimenticare le “canoe volanti”. Oggi li avrebbero chiamati UFO, oggetti volanti non identificati. Per le tribù indiane erano segni della presenza delle divinità, dei loro spiriti. Gli ufologi moderni, a sostegno delle loro tesi, hanno costruito diversi teoremi. Molti racconti, tramandati sino ad oggi, presentano analogie con quelli delle popolazioni native dell’America Centrale e asiatiche. L’Arizona e il Nuovo Messico, dove abbondano i luoghi considerati sacri dai nativi americani, hanno registrato  una media d’ avvistamenti di UFO esorbitante rispetto ad altre zone del mondo. Il dibattito tra le correnti di ufologi che sostengono queste tesi e gli scettici è destinato a perdurare. A parte pochi cronisti, nel diciannovesimo secolo, erano in pochi ad interessarsi delle tradizioni degli Indiani d’America. La guerra di conquista e di distruzione dell’uomo bianco, probabilmente, ha cancellato tracce preziose. Sia a sostegno degli ufologi che degli scettici. Chi erano in realtà gli spiriti dei nativi americani? Link
notiziefresche.info

Con questa notizia chiudo l’anno vecchio augurando a tutti un fantastico 2011 BUON ANNOOOOOOOO

https://i0.wp.com/www.ilovegif.net/immaginianimateglitter_natale/buoncapodannonuovo/08/03_feliceannonuovo.gif

Mi scuso con voi amici tutti di non poter passare da voi per lasciarvi gli augurigli impegni per domani son tanti la famiglia mi reclama 🙂 a presto e di nuovo felicissimo ANNO NUOVO A TUTTIIIII

Annunci

2 Risposte to “UFO TRA I NATIVI AMERICANI”

  1. Rebecca o semplicemente Pif Says:

    Grandioso Post per concludere o meglio per inaugurare il 2011.. conosci la storia di Star Eder? ecco ti lascio qui il link http://pif64rebecca.wordpress.com/2010/05/14/la-vera-storia-di-star-elder/ .. unserno anno nuovo con sincera amicizia Rebecca o semplicemente Pif

    Mi piace

  2. E si che tanto hanno in comuni questi!
    Ci credo sai ai loro scritti e tanto credo alle raffigurazioni dei Maya…. del resto improbabili di tanta scienza ad attribuirli solo alla fantasia!
    Dev’esserci stato u8n regno fatto di alieni su questa terra! Perchè mai non si trova uno scheletro di uomo alieninsis per provarlo?
    Eccooooooooooooooooo…. questo è l’anello mancante alla catena di Darwiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin!
    L’Omo Aliensis!
    Bisogna trovarlo sto nanetto col casco in testa cavolo!
    hahahahahahaahaha
    Scherzo…. ma ci credo per davvero!
    Buon annooooooooooooooooo !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: