UNO STARGATE DIMENSIONALE SUL GRAN SASSO?

 DOPO GIORNI DI PAURA PASSATI PER IL TERRIBILE TERREMOTO DEL 6 APRILE CHE HA SCONVOLTO L’ABRUZZO SPERANDO CHE MAI PIù SUCCEDA TRAGEDIE SIMILI NE QUà NE IN ALTRE PARTI DEL MONDO INVITANDO I COSTRUTTORI A SALVAGUARDARE LA VITA DI TANTA GENTE COSTRUENDO STRUTTURE DEGNE A CONTRASTARE IN BUONA PARTE LA FORZA DEI TERREMOTI
AD AGGIORNARE IL MIO BLOG PARTENDO PROPRIO DA QUESTA NOTIZIA PRESA IN RETE DI UFO SUL GRAN SASSO
UNO STARGATE DIMENSIONALE SUL GRAN SASSO?

 IL CONTROVERSO COINVOLGIMENTO DEL COMANDO SPAZIALE

STATUNITENSE SUGLI AVVISTAMENTI UFO DEL GRAN SASSO

Una manifestazione quantica, un intreccio di controinformazione

 e testimonianze dubbie su avvistamenti che lasciano intravedere

 un possibile intervento di servizi di intelligence. Le indagini sul Monte Foltrone

Negli ultimi anni il persistente flap di avvistamenti UFO sui vari versanti della catena del Gran Sasso è diventato ancora più chiaro e manifesto. Le diverse segnalazioni, da parte di increduli turisti e di residenti, evidenziano strani fenomeni, che si palesano come improvvisi lampi luminosi o come normali manifestazioni elettromagnetiche. A tutto ciò si sommano ripetuti avvistamenti di sfere incandescenti colorate dall’incomprensibile movimento erratico o di dischi metallici che sorvolano e sovrastano la boscaglia, sia di giorno che di notte. Da tempo le nostre ricerche sono finalizzate a cercare una risposta soddisfacente che offra la chiave di codifica dell’ormai cronico flap del Gran Sasso, vagliando, filtrando e analizzando una massa di informazioni giunta da diverse fonti. Ciò non esclude, dal nostro punto di vista, il beneficio del dubbio. Permane infatti il pericolo di inquinamento delle prove. Le indagini sono tutt’ora in corso, pertanto le informazioni presentate in queste colonne vanno considerate come un’anticipazione, sufficientemente esauriente. Per tale motivo, per tutelare il buon esito delle ricerche, la libertà d’azione dei nostri collaboratori, e soprattutto la privacy dei testimoni, è stata effettuata una selezione dei files più importanti, omettendo generalità, date ed ubicazione dei luoghi in esame.

Una manifestazione quantica

Sul finire dell’Ottobre ’98 una notizia alquanto curiosa apriva la pagina di cronaca di un quotidiano locale abruzzese. Si trattava di un avvistamento, effettuato da un gruppo di escursionisti teramani, di una porta dimensionale di luce alle pendici del Foltrone, sul Monte Gemelli, Catena del Gran Sasso. Uno degli escursionisti aveva velocemente contattato il Norad, North American Air Defense, il centro per la difesa dello spazio aereo del Nordamerica in USA. Gli interlocutori del Norad, come pronta risposta, avevano assicurato di inviare alcuni dei loro migliori esperti sul territorio in questione, in quanto avevano conferme che si trattava di un’anomala manifestazione quantica! Da parte nostra, ci attivavamo, ben coscienti da subito che non sarebbe stato facile districare la matassa. Com’era prevedibile, da noi contattato, il quotidiano abbruzzese preferiva trincerarsi dietro il proprio diritto all’esclusiva, e non ci favoriva ulteriori informazioni atte a verificare. Suggerendoci, così, che la misteriosa fonte avesse usato la testata per propri, indecifrabili, scopi. In primis, appare subito singolare che l’escursionista teramano, diffidando dei maggiori organismi italiani del settore – il Cisu, Centro Italiano Studi Ufologici, sia il CUN, Centro Ufologico Nazionale – abbia preferito contattare il Norad americano. Inoltre, le sue presunte generalità risultano inesistenti in tutta la provincia di Teramo e dintorni, nemmeno al CAI, Club Alpino Italiano, ne sanno qualcosa.Così si presentava la vegetazione nel teatro degli avvenimenti Le stesse autorità civili e militari, a partire dai carabinieri di Campli, vicino al Monte Foltrone, non sanno assolutamente niente della porta di luce dimensionale che si sarebbe mostrata ai fortunati escursionisti, di cui si è fatto portavoce il misterioso testimone. Nel tentativo di verificare la notizia, ci siamo recati sul monte Foltrone, presentandoci prima come semplici turisti, poi girando come curiosi appassionati di astronomia e di misteri, e infine qualificandoci come ricercatori UFO. Mentre ben poco è trapelato sulla luminosa porta dimensionale, qualcosa abbiamo appreso su alcuni insoliti avvistamenti. Attendibili testimoni oculari hanno raccontato dei timori di molti pastori locali. Di notte, infatti, una sfera bianca di notevoli dimensioni, a luce fredda simile al neon, ma con un potere d’illuminazione notevole – da una testimonianza risulta che rischiarava a giorno il terreno circostante – si librava tranquillamente sulle cime della boscaglia, spaventando e disperdendo le greggi al pascolo. In molti l’hanno vista, ed alcuni le sono anche andati inutilmente incontro con dei fuoristrada. Così si presentava la vegetazione nel teatro degli avvenimentiL’interesse per questo avvistamento avrebbe anche coinvolto due ragazze di Pescara che, qualificatesi per ufologhe, avevano scelto proprio questo luogo impervio per trascorrere un tranquillo week-end di ricerca e di pura osservazione.

Avvistamenti in pieno giorno

Un’altra testimonianza oculare ci ha spinto a raggiungere una zona d’alta montagna dove la sfera bianca sarebbe stata vista stazionare nel cielo più del solito. Durante il viaggio, lungo la statale, al di sopra di una collina, notavamo alcuni piccoli globi che danzavano sopra le nostre teste. Dopo aver inchiodato la macchina, presa la videocamera e le compatte da 35 millimetri delle quali regolarmente ci serviamo, iniziavamo a riprendere le sfere. Il tutto è durato poco più di cinque minuti, dopodichè i globi luminosi, così come erano apparsi, si sono volatilizzati. Nell’arco di tempo necessario a ricaricare le macchine e a convincerci di aver visto solo grandi uccelli o fulmini globulari, improvvisamente sono apparsi a quota relativamente alta, per poi sparire dopo qualche minuto, due oggetti discoidali, uno di un bianco splendente, l’altro scuro. Abbiamo tentato nuovamente di filmare e fotografare l’avvistamento, senza però ottenere risultati accettabili, almeno per ciò che riguarda le scene riprese con la telecamera amatoriale. I velivoli presentavano caratteristiche simili agli oggetti fotografati nel 1996 sulla base Nato di Aviano, nel Veneto. Ripresa l’auto, raggiunto il luogo previsto sul Monte Foltrone, abbiamo notato che una parte degli arbusti e della boscaglia presentava tronchi spezzati, tranciati e piegati, non a livello di un colpo d’ascia o di una motosega, ma a circa due, tre metri dal suolo, mentre l’area circostante era intatta. A questo punto che conclusioni trarre? Oltre al materiale documentario da noi raccolto, l’esperienza rafforza l’ipotesi che sotto il Gran Sasso si nasconda una piccola Area 51 europea o qualche installazione segreta.

Mistificazione o realtà?

L’eventuale coinvolgimento del Norad, di cui ha parlato il quotidiano abruzzese, appare fittizio e inverosimile. Si pensi, infatti, che tale centro dispone di una fitta rete radar preposta alla tempestiva individuazione di qualsiasi oggetto in avvicinamento, controllando non solo gli USA, ma gli spazi aerei di quasi tutto il pianeta. Il rilevamento di eventuali UFO rientra nei suoi compiti. L’importanza di tale struttura statunitense è tale da far escludere che ad un testimone oculare sia venuta in testa l’idea di comunicare ad un giornale locale la notizia dell’invio di esperti Norad in Italia, semplicemente per verificare un “presunto” avvistamento di una porta di luce dimensionale. Difficile, peraltro, che il Norad si esponga palesemente su tali questioni, a meno di ragioni ben precise. In Italia, del resto, i testimoni di avvistamenti UFO generalmente contattano un’associazione di ricerca ufologica, piuttosto che il Norad che, comunque, qualora realmente si attivasse in analisi e ricerche UFO, lo farebbe in gran segreto, come qualsiasi altra struttura d’intelligence.

Annunci

8 Risposte to “UNO STARGATE DIMENSIONALE SUL GRAN SASSO?”

  1. mi sento di confermare assolutamente si dell’esistenza di questi esseri, anche perchè praticando ipnosi regressive spirituali, mi sono imbattuta in persone che avevano e che ricordavano di quando hanno avuto incontri con gli esseri, in vite passate e venivano immessi degli impianti su queste persone (dell’epoca ricordata) e attraverso l’anima se le portano con sè vita su vita..

    Mi piace

  2. MARGHIAN Says:

    Michele….Ovviamente quando un\’argomento "prende" succede…"ufo avvistato…" e vai ad aprire!!!. "Calamita"? A chi lo dici!!!!! Ciao.Marghian

    Mi piace

  3. Michele Says:

    l\’argomento era interessante e non mi sono accorto di non essere sul tuo blog. Chiedo perdono al titolare del blog se mi sonoinfilato ma questi argomenti sono una calamita per me…ciao

    Mi piace

  4. MARGHIAN Says:

    Michele….Su "perdas de Fogu" ti dico soltanto che il mio era un elenco "ipotetico"…se e\’ come dici tu….la escludo. Circa l\’"Erikson" non ho "cerchiato io quell\’immagnine"..questo è il blog di geyar e ti risponderà lui ,come crede opportuno, in merito a questo. Interessanti pero\’ i "diversi livelli sotterranei". Non in tute le basi ci sono Ufo….questo lo sostengono i creduli acritici…..le mie sono spesso ipotesi, che partono pero\’ dal principio GENERALE che le basi aliene esistano…ed infati mi dai ragione. CiaoMarghian

    Mi piace

  5. Michele Says:

    Marghian, per quanto riguarda Perdas de Fogu, ti posso garantire che è una base che ha diversi \’\’Livelli sotterranei\’\’ ed oltre adessere una case missilistica ha anche il cosidetto livello NBC (nucleare batteriologico chimico) quindi escludila perchè è solo didifesa e ci sono stato tre mesi in servizio.Per quanto poi alla foto piccola dove hai cerchiato l\’oggetto misterioso, ebbene quelloche hai cerchiato è un Erikson , cioè un gigantesco elicottero che ha le sembianze di una mantide ed è adibito al servizioantincendio.Per tutto il resto sono del tuo stesso parere.

    Mi piace

  6. MARGHIAN Says:

    Amico, non solo nel Gran Sasso. Sull\’Unione Sarda apparve un titolo in prima pagina: "In Sardegna si studiano gli Ufo". Potrebbe sembrare cosa da poco. ma se, come io ho fatto, collego la notizia a cio\’ che si dice sulle basi di Decimomannu, Perdas de Fogu-base missilistica-, La Maddalena e Capo Frasca nel golfo di oristano, su cui si dice che "e\’ tutto scavato", c\’è di che pensare. Se colleghi il tutto agli innumerevoli avvistamenti avutisi in Sardegna in particolare negli anni \’70 e \’80, il quadro è chiaro: esistono le porte dimensionali..o meglio, sono le tecnologie che gli alieni applicano agli Ufo che riescono a "creare" un buco che permette loro di entrare e di uscire dalla zona dei nostri cieli. Per "star gate" si intende questo: un forte campo magnetico genera una distorsione gravitazionale che, secondo il "ponte Einstein-Rosen", "collega" due punti dello spazio. Piu\’ forte è il campo magnetico e gravitazionale, piu\’ grande è il "balzo", la distanza percorsa. Ecco come, da molto anni-luce, gli ufo vengono e vanno, con il "placet" di America e nato che, segretamente, ha rapporti con gli alieni da moltissimo tempo. Il "Gran Sasso" è soltanto un esempio di quelli che sono i "punti" di decollo ed atterraggio-da altre dimensioni o zone dell\’universo- degli extraterrestri. La scienza da un lato NEGA questa possibilità, mentre dall\’altro AMMETTE che aprticelle distanti possono essere teleportate in un tempo zero..dunque questo è possibile. Non pensare che io "ne sappia" piu\’ di te: soltanto mi interesso dell\’argomento ed ho la mente aperta..e non credo a chi dice che da la\’ fuori non arriva nulla. Ciao.Marghian

    Mi piace

  7. Lucilla Says:

    ciaooooooo un salutoneeeeeeeeverissimooooo sempre molto interessanteeeeeeeeeequante cose misterioseeeeee ci sonoooooooooooauguroni di cuore per tuttooooooooa prestoauguri a tutte le mammeeeeee

    Mi piace

  8. patry Says:

    sempre interessanti i tuoi interventi…..un abbraccio forte forte a te ,a tutti i tuoi cari, e a tutto l\’abruzzo……ciao alienucciooooo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: